Egitto al voto. Il presidente al Sisi resta il favorito

Seggi aperti in Egitto il 10, l’11 e il 12 dicembre per le elezioni presidenziali che coinvolgeranno circa 65 milioni di aventi diritto al voto, con oltre otto milioni solamente al Cairo.  Il momento per il paese, che versa in gravi difficoltá economiche e, suo malgrado,  é coinvolto nella guerra al confine tra Israele e Hamas,  è assai difficile, ció nonostante la popolarità del capo di stato uscente, Abdel Fattah al-Sisi, non sembra risentirne. E per lui si prevede la riconferma per il terzo mandato.

Oltre ad al-Sisi altri tre sono i candidati in lizza: Farid Zahran, leader del Partito Socialdemocratico egiziano (Pse), Abdel-Sanad Yamama, dirigente del Partito Wafd e Hazem Omar, a capo del Partito popolare repubblicano. Il capofila dell’opposizione liberale, Hisham Kassem, è invece fuori gioco a causa della sua condanna lo scorso ottobre a sei mesi di carcere. Un altro grande assente alla corsa alla presidenza è  Ahmed al-Tantaw i, che per mesi ha concentrato tutte le speranze dell’opposizione, ma poi ha rinunciato alla candidatura lo scorso 13 ottobre, avendo ottenuto solo 14 mila firme sulle 25 mila necessarie per potersi presentare alla votazione.

ll presidente uscente al-Sisi gode invece di 424 firme di deputati, su 596 seggi, e 1,135 milione di firme di cittadini. L’economia è il tema principale della sua campagna elettorale, tema cruciale del resto in un paese in cui i due terzi dei 105 milioni di egiziani vivono al di sotto o appena sopra la soglia di povertà e dove l’inflazione è a quota 40% e la sterlina egiziana è stata svalutata di quasi il 50% per soddisfare i criteri del Fondo monetario internazionale,

Il suo principale sfidante  Zahran, 66 anni, è una figura di spicco dei movimenti studenteschi degli anni ’70 e si batte soprattutto per traghettare il paese nella modernitá istituzionale . Al centro del suo programma elettorale c’è l’amnistia per tutti i prigionieri di coscienza e l’avvio di “un percorso lungo” per “una transizione democratica”.

Il risultato elettorale si prevede che sará reso noto il 18 dicembre,