Il caso. Rai, aperta procedura disciplinare nei confronti di Corsini perché “troppo di parte”

E’ stata aperta una procedura disciplinare nei confronti di Paolo Corsini, Direttore dell’Approfondimento Rai. Il giornalista è finito nell’occhio del ciclone per aver introdotto i dibattiti della kermesse giovanile di FdI, Atreju, con espressioni ritenute di parte. Ad esempio ha usato il termine “noi” riferendosi a Fratelli d’Italia, definendosi militante, e polemizzando con Elly Schlein, senza tuttavia nominarla, per aver disertato il dibattito dicendo testualmente: «Hanno preferito occuparsi di come vestirsi e di che colori utilizzare, piuttosto che confrontarsi”. Parole le sue che sono apparse di esplicita dichiarazione di appartenenza politica da parte di un dirigente del servizio pubblico che dovrebbe essere imparziale. Cosa che ha sollevato un vespaio di polemiche e la richiesta di dimissioni per imcompatibilitá con il suo ruolo da parte dell’opposizione. L’azienda ha domandato chiarimenti che dovranno arrivare entro cinque giorni. Seguirà un’istruttoria che potrebbe portare a un provvedimento disciplinare che va dal semplice richiamo fino al licenziamento.

Il Pd e l’Usigrai intanto sono scesi di nuovo in campo criticando RaiNews 24 per la trasmissione integrale, del discorso della premier Giorgia Meloni a Atreju, durato 70 minuti: “Queste scelte, che minano la credibilità del servizio pubblico, minano la nostra democrazia”, si legge in una nota del Pd, che ha chiesto l’audizione in Vigilanza del direttore della testata Paolo Petrecca.