Ue, il Parlamento europeo ha approvato il “Pacchetto unico digitale”

General view on the hemicycle of the European Parliament in Strasbourg

di Emilia Morelli

Da oggi in poi i servizi digitali e i mercati digitali saranno regolati da due nuove normative approvate dal Parlamento europeo, rispettivamente il Data Services Act (Dsa) e il Digital Marketes Act (Dma). Nel dettaglio il Data Services Act disciplina alcune condizioni ritenute essenziali per uno spazio online che sia più sicuro per gli utenti e che garantisca condizioni di parità per le aziende che vi operano. Il Digital Marketes Act, invece, stabilisce una normativa chiara rivolta alle piattaforme online di maggiori dimensioni. Attraverso le norme del Dma si vuole garantire che nessuna piattaforma online di grandi dimensioni che si trovi in una posizione di “gatekeeper” nei confronti di un gran numero di utenti possa abusare e trarre indebito vantaggio dalla propria posizione a scapito delle imprese che desiderano accedere a tali utenti.

Le due norme, racchiuse in quello che è definito “Pacchetto unico digitale” sono state elaborate al fine di prevenire e contrastare le pratiche sleali della concorrenza online e l’abuso della posizione dominante delle grandi piattaforme tecnologiche sui mercati. Attraverso la nuova normativa si mira, infatti, ad imporre una maggiore responsabilità sul controllo e la moderazione dei contenuti.

Il nuovo regolamento sui mercati digitali (Dma) è stato approvato dall’Eurocamera con 588 sì, 11 contrari e 31 astenuti mentre la legge sui servizi digitali (Dsa) con 539 favorevoli, 54 contrari e 30 astensioni. I testi saranno formalmente adottati dal consiglio e pubblicati in gazzetta ufficiale per l’entrata in vigore.

(Associated Medias)- Tutti i diritti sono riservati