Usa, Biden ha firmato un ordine esecutivo per tutelare il diritto all’aborto

Tuttavia, l’ordine esecutivo non è sufficiente a ripristinare il diritto all’aborto in tutti quegli Stati che, approfittando della decisione della Corte Suprema, si sono affrettati a vietare l’interruzione volontaria della gravidanza o ne hanno limitato l’accesso ma può aiutare le persone a comprendere quali diritti hanno e come potere accedere alla pratica in tutti i Paesi che lo consentono.

Il presidente americano ha invocato la necessità di introdurre una vera e propria legge federale che tuteli il diritto delle donne di abortire. “Non possiamo perdere tempo”, ha detto Biden aggiungendo che occorre porre un freno alla decisioni di Stati guidati da  “repubblicani estremisti” che stanno passando leggi che vietano  l’aborto e “mettono a rischio la vita delle donne”.

“Questo non è un orrore immaginario, sta già accadendo, solo la scorsa settimana è stato  riportato che una bambina di 10 anni vittima di stupro, 10 anni!, è  stata costretta a viaggiare in un altro stato, in Indiana, per poter mettere fine alla gravidanza e forse salvarsi la vita”, ha sottolineato Biden rimarcando, “Immaginate essere quella piccola bambina”. Il presidente americano ha, infine, lanciato l’allarme sul rischio che, in caso di vittoria alle  elezioni di mid term, i repubblicani cercheranno di imporre “un bando nazionale” all’aborto.

(Associated Medias)- Tutti i diritti sono riservati