Vertice Italia-Romania a Villa Pamphilj: “Partenariato strategico con nuovi obiettivi e priorità condivise”

Firmati 7 documenti che coinvolgono diversi settori compresa la difesa, cooperazione di polizia e giustizia

di Corinna Pindaro

La premier Giorgia Meloni ha ricevuto il primo ministro rumeno Marcel Ciolacu a Villa Pamphilj, in occasione del vertice intergovernativo Italia-Romania. Durante la visita, i due leader hanno firmato una Dichiarazione congiunta e hanno rilasciato dichiarazioni alla stampa.

La riunione ha visto la presenza dei ministri di Esteri, Interni, Difesa, Imprese e Made in Italy, Ambiente e Sicurezza Energetica, Infrastrutture e trasporti. L’evento è proseguito nel pomeriggio con un forum aziendale alla Farnesina.

“Il vertice rappresenta un ulteriore rinforzo del legame tra Italia e Romania, allargando il nostro partenariato strategico con nuovi obiettivi e priorità condivise”, ha dichiarato Meloni. Ha sottolineato la firma di 7 documenti che coinvolgono diversi settori compresa la difesa, cooperazione di polizia e giustizia.

“L’Italia è il secondo cliente e fornitore della Romania, oltre ad esserne il principale investitore per numero di aziende registrate. Questo è un segnale tangibile dell’intensità dei nostri legami”, ha continuato Meloni. Inoltre, ha sottolineato l’importanza della comunità romena in Italia, che conta oltre un milione di persone.

La questione della giustizia, in particolare in relazione ai detenuti italiani in Romania, è stato un tema centrale della conferenza stampa.Meloni ha ringraziato Ciolacu per la sua disponibilità in materia di giustizia. Meloni ha enfatizzato l’importanza di consentire ai detenuti condannati definitivamente di scontare la pena nel loro paese d’origine.

Riferendosi al conflitto in corso a Gaza, Meloni si è detta crescentemente preoccupata per l’incolumità degli ostaggi e la salvaguardia dei civili. Ha inoltre espresso preoccupazione per l’eventualità di un’escalation del conflitto, specialmente in riferimento alla zona di Rafah. Ha dato rassicurazione che il governo rispecchierà le linee guida emerse dal Parlamento, dandosi da fare sia a livello internazionale, sia nell’ambito del G7, sotto la presidenza italiana.

Infine, la Presidente ha rinnovato il suo sostegno all’Ucraina e manifestato la sua ferma intenzione di continuare a contribuire attivamente alla sicurezza dei paesi alleati orientali. Ha sottolineato la necessità di una forte alleanza atlantica caratterizzata da coesione e unità, in accordo con un approccio a 360 gradi alla sicurezza euroatlantica, puntando inoltre alla rafforzata cooperazione con i paesi del sud.

Il premier rumeno Ciolacu ha sottolineato l’importanza di questo incontro dicendo: “Oggi, Italia e Romania stanno scrivendo un capitolo importante del loro partenariato”. Ha invitato gli imprenditori italiani ad investire in Romania, evidenziando come ci sia un grande potenziale ancora da sviluppare tra i due paesi in settori strategici. Ciolacu ha infine dichiarato che la Romania sarà coinvolta nel restauro della Colonna Traiana, sottolineando l’importanza di questo monumento per le relazioni culturali tra Italia e Romania.

(Associated Medias)- Tutti i diritti sono riservati