Variante Delta: aumentano i casi in Francia, in Russia il record di morti da inizio pandemia

covid nel mondo

di Carlo Longo

covid nel mondoQuando sembrava che il mondo, grazie alla campagna vaccinale, fosse vicino alla fine della pandemia ecco che la variante Delta giunge al 20% dell’incidenza in Francia mentre la Russia  registra il record di morti da inizio pandemia essendo costretta a fronteggiare una nuova ondata dell’epidemia di Coronavirus con il 90% dei casi attribuiti alla nuova variazione.

La notizia della rapida diffusione della variante Delta in Francia è divulgata dal ministro della Salute, Olivier Veran, costretto a rivedere la precedente stima che attestava la diffusione al 10%. “Per ora siamo sfuggiti alla ripresa dell’epidemia e il tasso di incidenza continua a diminuire, ma la nuova variazione sta diventando dominante” ha dichiarato Varan intimando ai francesi  la necessità che aderiscano in maniera massiva alla campagna vaccinale governativa e a proteggersi senza abbassare la guardia.

Intanto il numero di decessi legati al Coronavirus in Russia ha raggiunto il suo apice salendo di 652 unità nelle ultime 24 ore rispetto ai 611 morti del giorno precedente, portando il totale a 134.545 morti. Il tasso di mortalità provvisorio, secondo quanto riportano i media russi è del 2,45%. Inoltre il 90% dei nuovi casi di contagio sarebbe attribuibile alla variante Delta.

Sembra, comunque, che il numero dei decessi sia strettamente collegato al numero dei vaccinati. “Oggi in Russia ci sono stati oltre 21.000 nuovi casi di infezione da Sars-CoV-2 e 611 morti. Nel Regno Unito 22.868 nuovi casi, ma con solo 3 (tre) morti. Questa differenza abbastanza clamorosa si spiega con gli effetti della campagna vaccinale, molto più avanzata nel Regno Unito che in Russia”, ha spiegato in un post su Facebook il virologo e docente della Emory University, Guido Silvestri.

Al contempo il di Novosibirsk Vecktor, che ha sviluppato il vaccino contro il coronavirus EpiVacCorona, ha presentato al ministero della Salute di Mosca i documenti necessari per la registrazione di un nuovo preparato contro il Covid-19. Ad ogni modo la campagna vaccinale russa procede a rilento. Sono solo 19 milioni i russi che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino nel paese a fronte di una popolazione di 146 milioni di persone. Otto regioni introdurranno l’obbligo vaccinale per incrementare la percentuale di vaccinati.

(Associated Medias)- Tutti i diritti sono riservati