Regno Unito, si festeggia il Giubileo di Platino: i 70 anni di regno di Elisabetta II

di Mario Tosetti

Il Regno Unito celebra il Giubileo di Platino di Elisabetta II, un traguardo mai raggiunto dalla corona britannica con quattro giorni di festa nazionale proclamati dal premier Boris Johnson. Sorridente, in abito celeste con dettagli in lavanda e crema e l’immancabile cappellino abbinato la regina Elisabetta si è affacciata dal balcone di Buckingham Palace  per assistere alla parata militare organizzata in onore dei suoi 70 anni di regno. La regina, comunque, ha fatto sapere che non parteciperà alla messa di ringraziamento alla Cattedrale di St Paul  dopo aver accusato “un po’ di disagio” nel corso del  primo giorno di celebrazioni.

La giornata di festeggiamenti è stata intensa: iniziata all’alba con la proiezione scenografica di immagini storiche della regina sulle pietre del sito primitivo di Stonehenge è entrata nel vivo con con un’edizione speciale di Trooping the Colour, la grande parata militare, destinata a durare quasi tre ore  e che vede sfilare oltre 1.400 soldati, 200 cavalli e 400 musicisti. La parata si tiene abitualmente ogni anno per il festeggiamento pubblico del compleanno della 96enne sovrana, dopo quello privato del 21 aprile, sua vera data di nascita.

Il centro della scena è stato affidato quest’anno nel cortile del palazzo alla sfilata equestre dell’Horse Guards Parade del primo battaglione d’elite delle Irish Guards delle forze armate britanniche. Il suono dell’inno nazionale – God Save the Queen, Dio Salvi la Regina – ha annunciato l’arrivo dei vertici della famiglia reale “in servizio attivo”, accolti dal saluto entusiasta delle ali di folla schierate lungo il vialone del Mall in un tripudio di Union Jack. Sfilavano in prima fila l’erede al trono Carlo con suo figlio William, secondo in linea di successione, entrambi in sella in alta uniforme, accanto a loro la principessa Anna, secondogenita di Elisabetta, e con appuntate al petto le medaglie d’oro del Giubileo. Su una piattaforma allestita nel piazzale ha assistito alla parata il primo ministro, Boris Johnson, in tight, con accanto la first lady Carrie, in abito rosa con ampio cappello d’ordinanza.

Come da tradizione – sospesa solo durante la pandemia da Covid – Elisabetta II si è affacciata al balcone di Buckingham Palace per seguire il corteo e il sorvolo della pattuglia acrobatica della Raf, e salutare la folla. Elisabetta, salutata con un’ovazione, si è affacciata sorridente, appoggiandosi ad un bastone e con indosso lo stesso abito utilizzato per il suo nuovo ritratto ufficiale. La regina è poi rientrata per uscire nuovamente dopo, indossando gli occhiali da sole,  per assistere alle evoluzioni in cielo della squadriglia acrobatica della Royal Air Force.

È la prima volta nei 70 anni di regno di Elisabetta – scrive la Bbc – che la Regina non presiede personalmente sul campo a questa parata, sospesa peraltro nella sua forma solenne negli anni della pandemia da Covid, e delega il principe Carlo a ricevere gli onori di rito. L’ultima volta che era toccato a un erede al trono risale al 1951, quando proprio la sovrana attuale – ancora principessa – fu incaricata di sostituire suo padre Giorgio VI, troppo malato per poter salire in sella, e destinato a morire – cedendole la corona – l’anno successivo.

Nel corso della giornata non è mancato un piccolo inconveniente. Un gruppo di uomini, con indosso corone di plastica, hanno saltato le transenne lungo il Mall, il grande viale che conduce a Buckingham Palace, si sono sdraiati davanti ai soldati che si esibivano nella parata tradizionale e hanno sventolato  dei volanti contro la caccia.  Il gruppo di uomini è stato immediatamente portato via dalla polizia della corona. L’azione di protesta è stata rivendicata dall’organizzazione animalista “Extinction Rebellion”.

(Associated Medias)- Tutti i diritti sono riservati